[“La vita è fatta di incontri e  scontri. E i ‘camp’ hanno modificato profondamente la mia, proprio per gli incontri (e a volte anche gli scontri) fatti al Boca Barranca”. Così ci diceva Giorgio nell’intervista dell’anno scorso, quest’anno porta uno speech che ci guida proprio a cogliere le opportunità date dagli incontri.]

Giorgio Minguzzi

Che lavoro fai?

Sono uno specialista del generico. Scherzo! Mi occupo di marketing, in particolari di lead generation.

Lavorare da freelance è stato (ed è) un obbligo o una scelta?

A caldo mi piacerebbe dire “un bisogno” per la traiettoria ideale che disegnerebbe, ma direi una bugia. Probabilmente è solo una scelta fatta in maniera opportunista. Onestamente devo ammettere che il freelancismo non lo sento come una missione o come un valore assoluto, lo trovo soltanto un buon mezzo per raggiungere l’obbiettivo a lungo termine che mi sono posto.

Da 1 a 10, quanto ti soddisfa il tuo lavoro per quel che riguarda:

  • Aspetti economici: 7
  • Gestione dei tempi di vita e di lavoro: 6
  • Relazioni umane: 9

Cosa vuoi fare da grande?

Ho due progetti di azienda che sto portando avanti. Ora sto lavorando per farli decollare. Dove? Spero non in Italia. ;)

Il tuo speech: “Festival, meetup, eventi di networking: come si prepara un vero ninja del business”. Direi che calza a pennello, vuoi anticipare di cosa ci parli?

Molti vanno agli eventi e aspettano di vedere cosa succede. Vorrei invece spiegare come far succedere le cose, come dare una mano alla serendipity così che, anche se un evento ha speaker sotto le aspettative, uno abbia sempre la possibilità di sfruttare l’opportunità per espandere il proprio business.

Sito * LinkedIn * Twitter

 

Tagged with:
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *