La prima edizione romana del Freelancecamp è andata, e, lo confesso, non osavo sperare che sarebbe filato tutto così liscio.

Nonostante lo sciopero nazionale dei trasporti, il caldo torrido e il periodo di lavoro più intenso dell’anno, eravamo in tantissimi al Quirinetta, e molti di più ci hanno seguiti in streaming durante la giornata e stanno guardando i video dei vari speech; ma soprattutto in sala si respiravano attenzione, gratitudine, allegria.

 

A una cosa teniamo da sempre: che gli sponsor del Freelancecamp si mescolino i davvero alle persone in sala e portino qualcosa che non siano solo i gadget e i soldi. Così sono particolarmente felice che in questa edizione tutti i loro interventi siano stati davvero, secondo la definizione di Luisa Carrada, “utili ed eleganti”; io sono convinta che solo così le sponsorizzazioni possono essere davvero utili a chi le fa.

Quindi:

Un grazie particolare anche a:

Ci siamo prese qualche giorno di pausa per rimettere in ordine tutto, ma dalla settimana prossima ripartiamo a lavorare per l’edizione di settembre a Marina Romea.

 

Comments are closed.