[Anna è marketing manager di una grande azienda di ICT. Non è freelance, ma viene sempre al camp, perché “c’è sempre da imparare”, dice.]

Che lavoro fai?

Mi occupo di marketing in un gruppo italiano di aziende ICT.

Lavori da freelance?

No.

Perché vieni al Freelancecamp Marina Romea?

“Forse si invecchia veramente solo quando non ci si stupisce più, quando si dà tutto per scontato e la vita sembra non riservare più sorprese.”
Il Freelancecamp stupisce e riserva sempre piacevoli sorprese.

Sei tra gli speaker. Il titolo del tuo intervento è “Per me, per te, con te. Di cosa ci parli?

I “soldi” da tre punti di vista:

  • Il business plan per me, per la mia attività.
  • Per te, che sei il mio cliente: perché per il freelance-project leader è indispensabile redigerlo.
  • Con te, perché lavoro “dentro” un tuo progetto e devo capire come “gira” la corrente.

Spunti e qualche “istruzione per l’uso” su un tema che ha un legame strettissimo coi “soldi” ma non di soli “soldi” vive…

E ora, giochiamo un po’.

  • Se il freelance fosse un animale, che animale sarebbe? Una farfalla.
  • E se fosse una canzone? Le 1000 bolle blu.
  • E una ricetta? Un couscus vegetariano.

LinkedIn.

Comments are closed.