[“La vita è fatta di incontri e  scontri. E i ‘camp’ hanno modificato profondamente la mia, proprio per gli incontri (e a volte anche gli scontri) fatti al Boca Barranca”. Così diceva nell’intervista 2015 (qui quella 2016). Giorgio torna, e finalmente da freelance!]

Giorgio Minguzzi

Che lavoro fai?

Faccio il consulente di marketing.

Lavori da freelance?

Sì.

Lavorare da freelance è stato (ed è) un obbligo o una scelta?

Una scelta, magari un po’ opportunista. Ma sicuramente non un obbligo.

Da 1 a 10, quanto ti soddisfa il tuo lavoro per quel che riguarda:

  • Aspetti economici: 6
  • Gestione dei tempi di vita e di lavoro: 5
  • Relazioni umane: 10.

Cosa vuoi fare da grande?

In questo momento gioco su più tavoli. Quella da freelance la considero una palestra da solopreneur per poi andare a giocare nel tavolo degli entrepreneur.

Perché vieni al Freelancecamp Marina Romea?

Venivo che ero dipendente assunto a tempo indeterminato. Figuriamoci se non vengo ora che sono freelance. Siete la mia tribù!

Sei tra gli speaker. Il titolo del tuo intervento è “Podcasting: uno strumento per fare personal branding e non solo…. Di cosa ci parli?

La mia esperienza con Merita Business Podcast. I clienti raggiunti, i numeri, i successi, gli insuccessi. Come si fa e quanto tempo occorre.

E ora, giochiamo un po’.

  • Se il freelance fosse un animale, che animale sarebbe? Un mulo: gran lavoratore ma un po’ zuccone.
  • E se fosse una canzone? “Yakety Sax” di Boots Randolph.
  • E una ricetta? Torta di riso, finita…

Sito * Linkedin * Pagina Facebook * Twitter

 

Comments are closed.